Arte/Non Arte. Omaggio a Renato Calligaro

[email protected] Casa Cavazzini – Museo d’arte moderna e contemporanea, via Cavour

Mercoledì 25 Ottobre 2017

L’esposizione raccoglie una selezionata serie di opere pittoriche di Renato Calligaro e sintetizza visivamente quelle che sono le sue convinzioni teoriche in riferimento alla “morte dell’arte” e al futuro di un linguaggio espressivo che affida alla capacità “narrativa” delle forme la propria capacità di rinnovarsi.

Nato a Buja (Udine) nel 1928, Renato Calligaro ha trascorso l’infanzia e la giovinezza alternando permanenze in Italia, Argentina e Brasile. Dopo l’esperienza della guerra vissuta in Friuli, nel 1946 si è trasferito nuovamente a Buenos Aires per frequentarvi la Facoltà di Architettura. Pittore e scrittore, Calligaro ha individuato nella pittura il suo linguaggio privilegiato, unendovi l’attività di illustratore e fumettista che ha accompagnato tutto il suo percorso professionale.

A partire dagli anni Sessanta la sua ricerca artistica si concentra nello sviluppo della “narratività”, non come illustrazione, ma in sequenze di forme inventate che si sviluppano l’una dall’altra formando il “racconto”. Quella dei quadri/sequenza (di solito di cm. 242 x 60) è la modalità più comune attraverso la quale le sue opere pittoriche si presentano. Nel 1967 egli inizia a dedicarsi al fumetto di satira, impropriamente chiamato “d’avanguardia”, in cui sviluppa e rende visibili le problematiche formali della letteratura e della pittura del Novecento. Sono frutto di tale esperienza anche i cosiddetti “poemi” di testo e figure – di cui “Graf Zeppelin” è uno degli esempi esposti in mostra – dove viene creata una nuova dialettica fra testo scritto e immagine con una costante interscambiabilità tra i due livelli di comunicazione.

Sue vignette di satira e illustrazione sono state pubblicate in: Confronto, ABC, Linus, Alterlinus, Arcibraccio, Panorama, Espresso, La Repubblica (Satiricon), Vie Nuove, Manifesto, Lotta Continua, Reporter, Le Monde.

Orari di apertura:

fino al 29 ottobre 10.30 – 19.00

dal 30 ottobre al 7 gennaio 2018 10.30 – 17.00

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui per visualizzare l'informativa estesa